Comune di
Bassano Romano

Cerca

Maltempo: attive le linee operative della Protezione Civile Lazio

Pubblichiamo di seguito la comunicazione della Regione Lazio in merito all’allerta meteo dei prossimi giorni.

Sono attive dallo scorso novembre le linee operative per le emergenze invernali adottate dalla Protezione civile del Lazio. Qui alcuni consigli utili per te in caso di nevicate e gelo.

Le linee operative per le emergenze invernali 2017/2018 sono state adottate dall’Agenzia regionale di Protezione civile del Lazio lo scorso novembre. Si tratta di un quadro di azione per coordinare la capacità operativa del sistema regionale di protezione civile e garantire un efficace sistema di intervento, in caso di significative precipitazioni nevose o gelo. Le linee operative sono disponibili sul sito della Regione Lazio.

In caso di necessità è attiva h24 la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lazio al numero: 803 555.

Per difenderti dalle ondate di freddo e dai danni alla salute che le basse temperature possono provocare, segui una serie di accorgimenti e consigli per stare bene.

In casa 
- è importante tenere sotto controllo i valori della temperatura domestica. I valori ottimali sono: temperatura ambiente 19-22°C e umidità dell’aria 40-50%;

- se puoi, regola la temperatura degli ambienti, curando anche l’umidificazione. L’aria troppo secca rappresenta un’insidia per la salute. Evita gli “spifferi” usando materiale isolante;

- fai attenzione allo stato dell’impianto di riscaldamento (tiraggio caldaie, pulitura canne fumarie, ecc.); l’intossicazione da monossido di carbonio è frequente e può avere gravi conseguenze. Non trascurare la comparsa di una sonnolenza persistente, eventualmente associata a vertigini, cefalea, nausea, diarrea e vomito;

- soprattutto le persone anziane e/o sole e le persone disabili potrebbero fare preventivamente scorte alimentari e avere una quantità sufficiente di medicinali disponibili e mantenere contatti frequenti con familiari e amici.

Abbigliamento fuori casa
- indossa indumenti che ti proteggano dal freddo e sempre sciarpa, guanti e cappello, scarpe impermeabili e antisdrucciolo;

- usa eventuali protettori per le labbra e creme idratanti;

- fai attenzione quando passi da un ambiente riscaldato a uno freddo e viceversa;

- è consigliabile uscire nelle ore meno fredde della giornata;

- nel caso di abbondanti precipitazioni nevose, oltre alla difficoltà nel camminare, valuta il rischio della caduta di rami dagli alberi, di neve congelata o di vere e proprie stalattiti di ghiaccio.

Alimentazione
- bevi abbondantemente, preferibilmente bevande calde (tè, tisane) o spremute di arancia;

- evita le bevande alcoliche perché causano dispersione di calore e abbassamento della pressione arteriosa;

- con il freddo l’organismo reagisce in maniera diversa e tende a consumare più calorie, quindi assumi più spesso pasti e bevande calde integrando la dieta con cibi ricchi di vitamine (verdura, frutta);

- mangia pasta con legumi o con verdure o carne e pesce per il giusto apporto di proteine. Latte e miele possono essere utili per aumentare il fabbisogno calorico.

In auto
- informati sul traffico e la viabilità prima di partire: http://infomobilita.astralspa.it;

- assicurati che la vettura sia in perfette condizioni, con gomme termiche e/o catene da neve;

- nei lunghi viaggi, porta con te alimenti, termos di bevande calde (tè o caffè) e acqua a sufficienza;

- tieni conto della ridotta visibilità quando le condizioni meteorologiche sono avverse;

- puoi munirti di una “metallina”, ovvero una coperta a basso costo che agisce per rifrazione e che impedisce ogni ulteriore dispersione di calore.

Farmaci
- fai attenzione alla modalità di conservazione dei farmaci che riportano la dicitura “non refrigerare” o “non congelare”, in quanto il principio attivo contenuto nel medicinale, con l’esposizione al freddo potrebbe degradarsi;

- alcuni farmaci possono interagire con i meccanismi con cui l’organismo si adatta al freddo e possono contrastare la termoregolazione. Alcuni farmaci alterano lo stato di vigilanza e possono diminuire la capacità di proteggersi dal freddo.

Il Ministro Dario Franceschini: “Arriveremo a nove milioni di Euro per Villa Giustiniani”

Visita a Bassano Romano del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

“Contiamo di arrivare a nove milioni di euro per recuperare l’intero Palazzo Giustiniani Odescalchi”. Si è presentato così il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini in visita a Bassano Romano nei giorni scorsi.

Ricevuto dal Sindaco Emanuele Maggi e dalla sua Amministrazione Comunale prima in sala consiliare, il Ministro ha avuto la possibilità di visitare Villa Giustiniani e poi l’incontro con la popolazione, le autorità, le scuole e le associazioni locali presso la sala conferenze del Monastero San Vincenzo Martire.

E dopo la firma del decreto che ha assegnato 4 milioni di Euro per il restauro e la valorizzazione di Villa Giustiniani di qualche settimana fa e ora pubblicato sul sito web del MIBACT, Franceschini ha annunciato l’impegno di stanziare ulteriori 5 milioni di Euro per arrivare ai 9 necessari al recupero totale dell’immobile, del parco e della Rocca.

“I miei ricordi di Palazzo Giustiniani Odescalchi sono legati all’infanzia – racconta il Sindaco Emanuele Maggi – l’immagine di un bambino che indirizzava il pallone verso la porta di quel gioiello seicentesco. A distanza di anni e acquisendo il ruolo di amministratore, ho compreso il valore di ciò che abbiamo in casa. L’augurio è che prosegua, proficuamente, il buon rapporto tra il Comune di Bassano Romano e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali”.

Ad accompagnare il Ministro anche i deputati Giuseppe Fioroni e Alessandro Mazzoli.

La statua del Cristo Risorto di Michelangelo, un convegno a Bassano Romano

Relazione di Sandro Barbagallo, curatore delle collezioni storiche dei Musei Vaticani e Direttore del Museo del Tesoro Lateranense

“L’importanza del Cristo Risorto nella produzione artistica di Michelangelo”, è questo il titolo del convegno organizzato dal Comune di Bassano Romano in collaborazione con il Monastero San Vincenzo Martire e l’Associazione Pro Loco. L’appuntamento è sabato 3 febbraio dalle ore 10,00 alle 12,30 presso la Chiesa Monumentale di San Vincenzo. Ad aprire i lavori don Cleto Tuderti del Monastero San Vincenzo, e Claudio Canonici, professore ordinario di storia della Chiesa presso l’Istituto Superiore delle Scienze Religiose di Civita Castellana. La relazione, invece, è affidata a Sandro Barbagallo, curatore delle collezioni storiche dei Musei Vaticani e Direttore del Museo del Tesoro Lateranense.
L’evento ha ottenuto anche il patrocinio del Senato della Repubblica, della Regione Lazio e della Provincia di Viterbo.
Al centro la monumentale statua rappresentante Cristo risorto con la croce, che è la prima versione del Cristo della Minerva ormai conosciuta nel mondo come Cristo Portacroce dei Giustiniani. Una statua marmorea attribuita a Michelangelo Buonarroti, realizzata nel 1514-1516 circa e oggi nella Chiesa del Monastero di San Vincenzo a Bassano Romano.
Ad attribuire la statua al grande artista gli studi di Danesi Squarzina e Baldriga. Nel 2001, infatti, è stato riscoperto nel Monastero di San Vincenzo un Cristo portacroce ritenuto opera seicentesca derivata da Michelangelo. Dopo una pulitura però che ha riscoperto la famosa venatura nera sul volto si è giunti alla conclusione che si trattasse della perduta scultura michelangiolesca. L'opera venne acquistata sul mercato d'arte dal banchiere Vincenzo Giustiniani nel 1607, all’epoca Marchese di Bassano Romano.
Intanto la statua è stata esposta in diverse mostre, sia in Italia che all'estero, le più importanti a Berlino, a Londra, in Messico, in Giappone e ai Musei Capitolini di Roma.
“Si tratta di un evento importante per Bassano Romano – ha detto Vice Sindaco e Assessore alla Cultura Ugo Pierallini – per la cittadinanza, ma anche per gli studiosi che si ritrovano ancora ad approfondire un’opera monumentale di Michelangelo con una storia particolare che già ha suscitato interesse anche in altre parti del mondo. Ringraziamo – conclude Pierallini – tutti i relatori e coloro che hanno collaborato all’organizzazione dell’evento ed in particolare a Ennio Francesconi e Sergio Giovannini”.

Banda ultra larga, firmata la convenzione con Infratel Italia

PIANO BANDA ULTRA LARGA

L’Amministrazione Comunale di Bassano Romano ha sottoscritto e trasmesso a firma del Sindaco Emanuele Maggi in questi giorni la convenzione che disciplina le modalità di interazione tra il Comune ed Infratel Italia (la società in house del Ministero dello Sviluppo Economico che cura la realizzazione degli interventi su mandato della Regione Lazio), per l’esecuzione delle opere di realizzazione e manutenzione dell’infrastruttura necessaria a fornire connettività in banda ultra larga compatibilmente con le norme e le esigenze di tutela ambientale, delle strade comunali e della sicurezza della circolazione.
La sottoscrizione della convenzione getta le basi per dare attuazione all’azione strategica per lo sviluppo delle nostre comunità e per consentire servizi digitali ai cittadini e alle imprese.
Da parte dell’Amministrazione Comunale c’è tutta la disponibilità a cooperare per ridurre al massimo i tempi amministrativi, a partire dal rilascio delle autorizzazioni comunali per i lavori.

4 milioni di Euro per Villa Giustiniani


4 milioni di Euro per il finanziamento del progetto di restauro e di valorizzazione per Villa Giustiniani. E’ questo il contenuto del decreto firmato il 12 gennaio scorso dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini.
Una grande notizia per Bassano Romano e per un possibile progetto importante di sviluppo turistico.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigando accetti.